INAUGURATO OGGI COSMOPROF INDIA PREVIEW

L’appuntamento di BolognaFiere e UBM India con le ultime tendenze del mondo beauty

 

BolognaFiere e UBM India hanno inaugurato l’edizione di lancio di Cosmoprof India al Sahara Star Hotel di Mumbai, alla presenza di Cinzia Barbieri, membro del Consiglio di Amministrazione di BolognaFiere Cosmoprof S.p.A.; Enrico Zannini, Direttore Generale di BolognaFiere Cosmoprof; Michael Duck, Vicepresidente esecutivo di UBM Asia Ltd.; Yogesh Mudras, Managing Director di UBM India; Rahul Deshpande, direttore di UBM India. Forte degli eventi già consolidati di Bologna, Las Vegas e Hong Kong, che coinvolgono complessivamente oltre 370.000 professionisti e 7.000 aziende provenienti da tutto il mondo, la piattaforma Cosmoprof approda in India, un mercato dinamico e in crescita per il settore della bellezza.

L’evento di due giorni (10-11 settembre) con 107 aziende – sia locali che internazionali – da 15 paesi rappresenta una nuova opportunità sia per i marchi di prodotto finito, in particolare per i settori Profumeria e Cosmesi, Estetica, Capelli, Unghie e Accessori, sia per la supply chain, con i leader nei comparti materie prime e ingredienti, contract manufacturing e private label, applicatori, packaging primario e secondario.

“La conoscenza dei prodotti e dei trattamenti di bellezza è ai massimi livelli in India a causa di fattori quali la maggiore attenzione per la cura personale, i cambiamenti nei modelli di consumo e stili di vita, il miglioramento del potere d’acquisto e le efficaci strategie di marketing dei brand – ha dichiarato Yogesh Mudras, Managing Director di UBM India – Il sub-continente indiano è desideroso di scoprire prodotti beauty internazionali, che sono ora richiesti da un numero maggiore di consumatori. Cosmoprof India, sostenuta dalle conoscenze e competenze maturate dalla piattaforma internazionale Cosmoprof nel corso degli oltre 50 anni della propria storia, mira ad analizzare e prevedere le tendenze e gli sviluppi dell’industria cosmetica, oltre ad aiutare le imprese nel loro sviluppo. La manifestazione offrirà anche momenti informativi e coinvolgenti per portare nuove conoscenze ai professionisti della bellezza in India. Inoltre, il networking con i principali marchi e fornitori internazionali, con le loro soluzioni industriali, di servizio e di packaging, aiuterà sicuramente a migliorare la produzione locale, introducendo tecnologie innovative in India e standard di qualità superiori per competere a livello globale”.  

“Il network Cosmoprof approda per la prima volta in India, per massimizzare le opportunità offerte dal paese – dichiara Cinzia Barbieri, membro del Consiglio di Amministrazione di BolognaFiere Cosmoprof e BolognaFiere – L’India è un mercato in continua crescita, alla ricerca di brand internazionali con un alto standard qualitativo, ma al contempo con una fiorente industria locale. I visitatori potranno scoprire le novità dell’universo beauty, grazie ai seminari e alle sessioni di approfondimento di Cosmotalks: esperti internazionali e opinion leader condivideranno le loro conoscenze ed esperienze, suggerendo nuovi processi per lo sviluppo dell’industria locale.”

L’anteprima di Cosmoprof India è arricchita da una serie di presentazioni e conferenze di livello.

Le sessioni di approfondimento e seminari di Cosmotalks vantano la collaborazione di partner di fama internazionale. Beautystreams, specializzata in progetti di consulenza e sviluppo di linee di mercato, presenta ’Spring/Summer 2019 beauty trend forecast‘: colori, trame e ispirazioni per l’industria della bellezza per la prossima stagione. Euromonitor, ente di riferimento per le ricerche di mercato, organizza una sessione dal titolo ’New consumer values and novel concepts in beauty‘, evidenziando come i consumatori premiano sempre più valori come qualità, trasparenza, semplicità e customizzazione. Il secondo giorno, in programma il seminario su “The top 10 most important things you need to know to do business in India”, di ICMAD – Independent Cosmetic Manufacturers and Distributors, l’associazione delle industrie manifatturiere americane, con indicazioni sulle normative di riferimento per entrare nel mercato indiano. Centdegrés, agenzia di design che vanta collaborazioni con le più grandi multinazionali, analizza la potenziale influenza dei marchi indiani sui mercati globali durante una sessione dal titolo ’Designing the next generation of Indian beauty brands‘. Kline & Company, agenzia di consulenza per i più importanti gruppi industriali, presenterà ’The challenges and opportunities of the Indian salon hair care market‘: le sfide e le opportunità del mercato indiano per la cura dei capelli, uno dei segmenti più importanti per lo sviluppo dell’industria nel paese. Martedì 11 in programma anche la sessione di JCKRC SPA Destination, ‘Doyens of Indian Wellness Industry’.

Cosmoprof OnStage ospita il meglio dell’innovazione e della creatività per l’industria cosmetica: Dimostrazioni dal vivo, show capelli, spettacolari nail art, tecniche make-up, trattamenti di bellezza all’avanguardia e nuovi prodotti presentati dalle aziende espositrici. In programma anche la dimostrazione di Samir Modi, il fondatore di Colobar, sponsor della serata di gala.

A Cosmoprof India #VibrantIndia, un esclusivo wall per esplorare la cultura della bellezza indiana. Ricca di colori e trame, la cultura indiana è una fonte inesauribile di ispirazione per i professionisti della bellezza. Sono ispirate agli ingredienti, ai consumatori e all’ interpretazione astratta dei colori, le tre fragranze esclusive create da Firmenich e i tre smalti per unghie forniti da ICC.

Durante la manifestazione, le novità presentate dagli espositori saranno valutate da esperti del settore, e al termine della manifestazione il report Cosmoprof India Trends presenterà i prodotti di Cosmoprof India di maggior impatto per il mercato.

Per aumentare le opportunità di business durante l’evento, l’International Buyer Program di Cosmoprof, dedicato ai compratori internazionali, faciliterà gli incontri B2B tra aziende, distributori, acquirenti, importatori e fornitori dall’India, dagli Emirati Arabi Uniti e dal Sud-est asiatico.

>Scarica il comunicato stampa