Cosmoprof Stories

Cosmoprof Worldwide Bologna compie 50 anni! Edizione dopo edizione la manifestazione ha percorso la storia della bellezza, riunendo, di anno in anno, tutti i trend, le novità e le tecnologie più avanzate del settore. Cosmoprof ha interpretato e anticipato tutti i cambiamenti di stile e colore, trasformandosi ed evolvendosi, vestendosi di nuovi trucchi e assumendo nuove forme. Sono milioni i professionisti che hanno varcato la soglia dello show, calcando quello che il vero è proprio palcoscenico della bellezza internazionale.

Operatori del settore, buyer, imprenditori e artisti si sono susseguiti tra i padiglioni della fiera lasciando al loro passaggio segni indelebili. Abbiamo raccolto alcuni di questi segni, aneddoti e curiosità, in una raccolta che abbiamo il piacere di condividere con voi. 

Vi presentiamo le Cosmoprof Stories!

 

1960 - 1969

1968

Correva l’anno 1968, la seconda edizione del “Salone della Profumeria e della Cosmesi” inaugurava il 14 maggio alla Fiera di Bologna, con una durata di 12 giorni di manifestazione. Una kermesse senza precedenti, l’unico salone italiano del settore, una occasione importantissima per dimostrare al mondo economico e al pubblico dei consumatori le potenzialità dell’industria della cosmesi. In quel periodo si spendevano all’anno, in Italia, 200 miliardi di lire per i prodotti cosmetici, con una media di 4.000 lire pro capite. Anche allora, non mancavano gli eventi collaterali alla fiera, con una ricca offerta congressuale: in calendario, fra gli altri, il Convegno Nazionale dei Profumieri di FENAPRO e il raduno Grossisti della Profumeria.

 

 

 

 

 

 

 

 


 

1970 - 1979

1970

Il Salone della Profumeria e della Cosmesi è letteralmente esploso per l’aumento considerevole di espositori (superficie più che raddoppiata) e visitatori. Il periodo di apertura della manifestazione, dal 28 aprile al 3 maggio, è stato fissato - in sinergia con Fiera Milano - a pochi giorni di distanza dalla celeberrima Fiera Campionaria, allo scopo di facilitare la visita di entrambe le manifestazioni. Per la prima volta, viene organizzato il Giorno del Profumiere, con tanto di assegnazione di un premio Oscar destinato alle profumerie più antiche e più rappresentative. Scopo dell’iniziativa è quello di valorizzare la categoria.

 

 

 

 

 

 

 

 


1971

6 giorni di esposizione: un appuntamento inderogabile per produttori, grossisti, dettaglianti e operatori del settore beauty. Il 1971 vede il potenziamento, da parte dell’Ente Autonomo Fiere di Bologna, del “Centro Affari” (ora Centro Servizi). Un’area in cui poter trovare tutti i servizi più interessanti, personale altamente qualificato, interpreti e traduttori e una visione istantanea della domanda/offerta presenti a Cosmoprof.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


1975

La vitalità economica e funzionale di Cosmoprof è stata riconfermata dal notevole incremento degli espositori (712 di cui 169 esteri) e dal congruo numero di visitatori italiani ed esteri.

Tra le novità, vanno segnalati i prodotti di igiene per ragazzi, le linee unisex, la riscoperta delle “erbe comuni” come salvia, alloro, lattuga, camomilla e malva e la rivoluzionaria comparsa della macchina per il lavaggio automatico dei capelli.

 

 

 

 

 

 

 

 


1977

Il decimo Cosmoprof punta sul settore dell’acconciatura (che rappresenta il 20% degli operatori che visitano il salone) e concentra quest’area in due padiglioni, più vicini all’ingresso del quartiere fieristico, con una superficie totale di 6.000 mq. Tante le novità, in termini di prodotto, legate al mondo “hair”.

 

 

 

 

 

 

 

 


1978

Viene data enfasi al padiglione dedicato alla bigiotteria, considerato uno degli elementi innovativi della manifestazione. Tante le iniziative ad esso dedicate, tra cui sfilate vere e proprie di modelle che indossano i bijoux maggiormente rappresentativi. Altro settore qualificante di Cosmoprof è quello delle macchine e accessori per la produzione e il confezionamento, denominato Packmatic. Grande affluenza anche all’evento di Toni&Guy, che hanno organizzato un seminario tecnico-didattico con il loro spirito visionario.

 

1980 - 1989

1980

Il biglietto di ingresso alla tredicesima edizione di Cosmoprof costa 5.000 lire… La manifestazione è il momento “clou” dell’anno per passerelle, prodotti, incontri, aggiornamenti professionali. E’ un gioiello senza paragoni sia in Italia sia a livello europeo. Un gioiello che va ancora un po’ raffinato per poter brillare meglio in campo mondiale…

 

 

 

 


1982 

L'anno in cui vedono la luce quei cult movie come Conan il barbaro, Rocky III, Rambo, E.T. e Blade Runner. Ma non solo, negli anni ’80 intere generazioni inneggiano all’abbronzatura come sinonimo di benessere.
E Cosmoprof sigla davvero il boom del solarium: nel padiglione R, tutto esaurito per le aziende che hanno presentato gli ultimi ritrovati tecnologici in tema “UVA”.

 

 

 

 

 

 

 

 


1984

Lancio mondiale molto forte per questa edizione di Cosmoprof. L’afflusso dei visitatori esteri è stato considerevole e importante è stata anche la creazione del VIP CLUB, ovvero un punto di ritrovo e ristoro aperto solamente agli stranieri, che ha riscosso un enorme successo. Altra grande novità: la partecipazione di sei società britanniche che, per la prima volta, scelgono di esporre ad una fiera estera: Beauty Without Cruelty, Eyelure, Medical Express, Cosmopolitan Cosmetic Designs, Lambournes of Birmingham, Standard Soap. Iniziano, nel 1984, i lavori di costruzione del centro servizi sopraelevato, che sarà operante nel 1986.

 

 

 

 

 

 

 

 


1988

Cosmoprof avveniristico: va in internet e sposa le nuove tecnologie, con uno schermo gigante costituito da 72 video collegati, nel quadriportico centrale (ora Centro Servizi).
Sono stati mandati in onda, senza interruzioni, messaggi pubblicitari delle aziende, note informative sull’andamento della fiera, interventi dei big, immagini dal vivo con interviste raccolte direttamente negli stand.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1990 - 1999

1990

Marta Marzotto a Cosmoprof con una linea di bellezza che porta il suo nome. Impulsiva, immediata, ottimista, con una carica vitale travolgente e un entusiasmo davvero unico, Marta è la vera protagonista di questa edizione. Tutto quello che tocca si moltiplica in modo esponenziale verso lo sfarzo, l’eccesso, lo spettacolo.

 



1992 

Focus su ecologia e ambiente: il 25° Cosmoprof si apre con un convegno dal titolo “Il prodotto cosmetico e l’ambiente”, dedicato ai programmi d’azione della Comunità Europea in tema ambientale e le metodologie per il conseguimento di marchi ecologici per prodotti e per industrie ecologicamente all’avanguardia.

 

 

 

 

 

 

 

 


 

1993 

Il lancio di COSMOPACK. Una nuova identità per il salone tematico del packaging creativo. Due padiglioni, 178 espositori e la citazione sulla pagina pubblicitaria di Cosmoprof, come “salone del packaging creativo, tecnologie e servizi per l’industria cosmetica”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

1994

Una nuova immagine per Cosmoprof. Un team di designer specialisti ha studiato il restyling del logo, più leggero, incisivo e di immediata lettura. Oltre a ciò, per la prima volta viene assegnato il Premio Internazionale Cosmopack, che celebra le idee più originali in tema packaging per cosmetici, promosso da Unipro in collaborazione con ADI, Associazione Italiana per il Disegno Industriale.

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

1995

Nasce l’antenato di On Hair: si chiama “Theatrum Cosmoprof” ed è il palcoscenico esclusivo ospitato nel rinnovato Palazzo dei Congressi, sul quale si alternano i più grandi nomi dell’acconciatura mondiale come Aldo Coppolae Bruno Pittini di Jacques Déssange. Uno spazio internazionale dove oltre 3.000 acconciatori hanno assistito agli hair show.  Grande successo anche al padiglione 35, dove Paolo Bonolis ha presentato l’entusiasmante kermesse di Wella. Ospite musicale: la cantante Gerardina Trovato.

 

 

 

 

 

 

 

 


 

1996 

Testimonial d’eccezione per l’apertura della 29a edizione di Cosmoprof: l’attrice Maria Grazia Cucinotta, incarnazione del fascino italiano. Continua il successo del Cosmoprof Theatrum, organizzato in collaborazione con i più grandi brand del settore: Wella è in calendario con il mitico Vidal Sassoon. Ma anche con Shima e Marlies Moller. Alta professionalità e spettacolarità assicurate!

 

 

 

 

 

 

 

 


 

1997

Nasce il padiglione dedicato ai cosmetici per le erboristerie, con aziende selezionate accuratamente per la loro attenzione alla formulazione, alla ricerca e all’efficacia dei prodotti. 2000 mq di esposizione e un convegno ad hoc “Il naturale in cosmetica”.

La star del make up Dan Striepeke è ospite dell’espositore Max Factor. Striepeke è famosissimo perché è make up director della 20th Century Fox. Suoi i trucchi nei film del calibro di Grease, American Gigolò e Forrest Gump, solo per citarne alcuni.

 

 

 

 

 

 

 

 


 

1998

Sul palco del COSMOPROF THEATRUM due grandissimi hair stylist internazionali: Vidal Sassoon e Tokio Eizo Kakimoto, con proposte assolutamente all’avanguardia. Focus su Natura e Bellezza con un padiglione, il 28, dedicato alla cosmesi naturale. Dolce&Gabbana festeggiati a Palazzo Isolani. Con l’occasione, i due stilisti hanno presentato alcune creazioni assolutamente inedite. Anche Patty Pravo presente a Cosmoprof per il lancio del suo profumo, che sprigiona classe e originalità, proprio come lei.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


1999

Per la prima volta, quattro associazioni che si occupano del settore estetica professionale organizzano la GIORNATA ISTITUZIONALE DELLE ESTETISTE. Unipro, CNA Federestetica, Fapib e Confartigianato Estetica insieme per parlare di “Ruoli, compiti, responsabilità e prospettive nell’attività dell’estetista”. L’appuntamento si propone come un’importante riflessione sulla professione dell’estetista e sulla sua evoluzione. La SICC (Società Italiana Chimici Cosmetologi) festeggia 40 anni con un gala dinner a Villa Cicogna.

2000 - 2001

2000

Cosmopack è la più grande fiera del mondo dedicata al packaging creativo, alle materie prime, alla tecnologia e ai servizi per l’industria cosmetica. Per la prima volta, ha anche un suo proprio catalogo, separato da quello di Cosmoprof, che lo rende ancora più facilmente consultabile. La mostra Beauty in Progress è un tributo alla bellezza femminile dagli anni ’60 ai giorni nostri e illustra la forte interazione tra l’industria della moda e quella del beauty. Sotto i flash dei fotografi la bellissima modella Megan Gale e l’inossidabile Milly Carlucci, madrina della serata Accademia del Profumo.

 

 

 


2001

La 34° edizione di Cosmoprof raggiunge per la prima volta il record di 70.000 mq di superficie espositiva. Tutto è stato organizzato in modo da offrire il meglio ai visitatori. Presenti in manifestazione, l’attore Paolo Calissano e lo stilista Pierre Cardin. Viene fondata la Camera Italiana dell’Acconciatura, l’unico organismo di rappresentanza del settore acconciatura, interlocutore sia per le industrie sia per i professionisti a livello nazionale ed internazionale. La “CIA”, il suo acronimo, sarà partner operativo nell’organizzazione degli show dei giovani talenti di Cosmoprof negli anni a venire.