LIGHT MY BEAUTY – MIRROR MIRROR

Light My Beauty - MirrorMirror è un’installazione luminosa progettata da Moritz Waldemeyer per Cosmoprof 2018.

21 specchi retroilluminati, sagomati individualmente, disposti ad angoli acuti, rifletteranno i visitatori da più angolazioni.

Un’amplificazione dell’immagine di sé stessi è l’occasione perfetta per un selfie. L’installazione si focalizza sulla bellezza, di cui lo specchio è un indispensabile attrezzo del mestiere. La salute della pelle è uno degli argomenti più importanti affrontati nel corso della manifestazione ed è alla base dell’ispirazione per il design dell’installazione. L’aspetto grafico dei tasselli a specchio infatti evoca la struttura cellulare della pelle.

Ogni anno Cosmoprof è un arcobaleno di colori in tutti i livelli immaginabili di tinta e saturazione, proprio come i toni vivaci della retroilluminazione dell’installazione.

L’opera è composta da 21 specchi, un numero simbolo di eterna giovinezza, il santo graal del mondo della bellezza.

Considerando la disposizione artistica e organica dei tasselli a specchio, è sorprendente scoprire che l’intero progetto è stato generato da un algoritmo di calcolo, nulla è stato disegnato a mano. Questo approccio rappresenta l’avanguardia del design e dell’espressione artistica, in perfetto allineamento con il costante progresso tecnologico, promosso durante la manifestazione.

Moritz Waldemeyer è un designer di fama internazionale. Il suo lavoro comprende una vasta gamma di progetti molto creativi, dall'arte al design del prodotto attraverso la moda e l’intrattenimento, creando emozioni indimenticabili.

Originario della Germania, Moritz si é trasferito a Londra nel 1995 per studiare ingegneria al Kings College. Ha completato il suo master in meccatronica nel 2001, prima di dedicarsi nel mondo del design con delle opere interattive per Swarovski Crystal Palace.

Dopo i suoi primi lavori per artisti e architetti molto conosciuti come Hussein Chalayan e ZahaHadid, Moritz si è affermato come designer indipendente. Ha tenuto le sue prime due mostre “Electric Kid” e “By Royal Appointment” tra il 2006 e 2007. Un anno dopo, Moritz ha esposto alla mostra MoMA's Design & the Elastic Mind. Nel 2013 ha sviluppato "My New Flame”, un prodotto di illuminazione come parte della collezione permanente del MoMA.

Moritz ha fondato il suo studio nel 2004, che gli ha permesso di lavorare a progetti indipendenti su larga scala. Lo Studio è stato costruito su una filosofia di sperimentazione giocosa attraverso forti collegamenti creativi tra tecnologia, arte, moda e design. 
Questo approccio lo ha portato a creare installazioni su misura, per clienti come Audi, Panerai e Rinascente, oltre a una produzione di cappelli eccentrici con LED incorporati, progettati in collaborazione con Philip Tracy.

Lo studio ha lasciato un segno anche nell'industria della musica, creando costumi high-tech illuminati per artisti del calibro di U2, Rihanna e per i performer della London Olympics Handover Ceremony. Nel 2017 il suo studio ha ridisegnato completamente un nuovo stile teatrale per Jamiroquai, attraverso la creazione di un cappello parametrico robotico. Lo stesso anno, l’artista ha lanciato un nuovo brand “mori.london” tramite kickstarter, per poter vendere i propri prodotti innovativi direttamente online. 

Moritz agisce come head designer in tutto ciò che lo studio intraprende, apportando la sua firma estetica in ogni creazione.